L’Autrice

 

Silvia Marchiori
Silvia Marchiori nasce a Biella la mattina del 27 novembre 1974, sotto il segno del Sagittario. Fin da piccola dimostra una spiccata fantasia ed evidenzia un carattere forte, indipendente ed estremamente schietto. Dopo le scuole medie combatte contro il parere contrario dei genitori per poter frequentare il Liceo Artistico a Novara e successivamente la “Scuola del Fumetto” di Milano, che abbandona però alla fine del primo anno per potersi dedicare al suo grande amore per l’equitazione. Nel 2002 diventa vicecampionessa piemontese nella specialità del Salto ostacoli e successivamente si diploma Istruttore Federale di Equitazione.

Spesso la realizzazione di un sogno è però diversa da come era stata a lungo immaginata e il mondo degli sport equestri diventa, negli anni, una gabbia dorata che la priva di tempo da dedicare a se stessa e al nutrimento della propria anima.

Ricomincia così a scrivere, piacere che aveva abbandonato ormai da anni. La prima opera che presenta ad alcune conoscenze risulta poco convincente, ma non si dà per vinta e comincia a studiare alacremente testi didattici sulla scrittura, sulla grammatica e sulla composizione del testo. Frequenta alcuni corsi alla prestigiosa Scuola Holden e durante uno di questi, mentre cerca spunto per la trama di un racconto, si imbatte nella storia del “Prete Gianni”, leggenda medievale dal fascino misterioso. Nasce così “Presbiter Johannis”. Impiega tre anni a trovare qualcuno disposto a pubblicare tale opera, fino al giorno in cui, al Salone del Libro di Torino 2014, viene presentata dalla zia, Rita Marchiori, all’editore Helena Verlucca e al padre Cesare. Lo stesso Cesare le scrive alcune settimane più tardi confermandole che Hever (questo il nome della casa editrice di Helena Verlucca) è intenzionata a pubblicare la sua opera che, per accordo tra le parti, cambierà il titolo in “In cerca del Regno”.

Divoratrice dei libri di Terry Brooks, Clive Cussler, Wilbur Smith e Ursula Le Guin, ama le avventure mozzafiato e i personaggi positivi che combattono per valori quali la lealtà, l’onore, la giustizia e l’amore. Adora il maestro Hayao Miyazaki e i suoi magici lungometraggi e ha una vera passione per i giapponesi, di cui ammira il senso civico, l’onestà e lacapacità di vivere il futuro mantenendo vive le tradizioni del passato.

Grazie alle ricerche fatte durante la stesura di “In cerca del Regno” riscopre la passione per la storia dell’arte, per l’archeologia e in particolar modo per la fantarcheologia.

Sposata dal 2002 con Luca, vive a Mottalciata con lui e con le loro innumerevoli bestiole. I due cavalli: Febe e Chicco; i tre gatti: Jeki, Max e Musina e la cagnetta Shary.